A valorizzare e proteggere una delle destinazioni italiane di maggiore pregio, la Costa d'Amalfi, è nata l'omonima Strada del Vino, una delle belle Strade del Vino della Campania attraverso quelli che, secondo molti, sono gli spazi vitati più affascinanti d'Italia, sicuramente spazi geografici fra i più particolari e scenografici, così proiettati in una realtà poetica e sognante, persa fra cielo e mare. Istituita il 10 agosto 1995, interessa Vietri, Cetara, Maiori, Minori, Scala, Atrani, Furore, Positano, Amalfi, Ravello, Conca dei Marini e Tramonti.

La Denominazione che caratterizza questi luoghi è la Doc Costa d'Amalfi (tra i vitigni ammessi nel disciplinare vi sono per la produzione di rossi e rosati: Aglianico, Piedirosso, Sciscinoso, Tintore, Tronto, Serpentaria; per i bianchi: Biancolella, Falangina, Fenile, Ginestra, Repella e Ripolo) che insiste nei tredici comuni della Costiera e che tutela e valorizza una viticoltura resa difficile dalla scarsità del terreno e la natura rocciosa dei luoghi in pendenza, i terrazzamenti intorno ai quali si avvolgono strade, tornanti e camminamenti.

Questi stessi sono testimonianza però di una tradizione viticola risalente alla Roma imperiale, o ad epoca ancora più remota, che circonda siti archeologici di estrema importanza come la Villa Romana di Minori del I sec.

VINI REGIONALI

Questo corso offre agli studenti un assaggio degli eccezionali vini prodotti nella zona D.O.C. Costiera Amalfitana. Un sommelier li accompagnerà in un tour attraverso i vigneti dove si producono i vini locali e ne spiegherà le caratteristiche. È possibile organizzare escursioni nelle storiche cantine della zona.

La degustazione è certamente la fase più interessante di tutta la faccenda. In questo corso parleremo di temperatura di servizio, scelta del bicchiere e approccio degustativo. Nel corso dunque saranno trattati i seguenti argomenti:

  • La temperatura
    I vini bianchi si bevono freschi, mentre i vini rossi si bevono a temperatura ambiente I rosati... una via di mezzo. Occorre inoltre distinguere tra vini spumanti e vini fermi. Vi daremo semplici regole generali seguendo le quali difficilmente si commetteranno errori grossolani.
  • La scelta del bicchiere
    Per apprezzare un buon vino, la scelta del bicchiere è molto importante. Un buon bicchiere deve favorire la decantazione del vino e la concentrazione degli odori. Parleremo anche della forma ideale a seconda del tipo di vino.
  • Degustare il vino
    A questo punto viene il momento di bere. Come fare cogliere sottili sfumature e retrogusto. In effetti guardare (la limpidezza e il colore elementi che già dicono molto sulle qualità di un vino, annusare (portare il bicchiere al naso e inspirare delicatamente) ed infine gustare.